Lunedì 16 Aprile 2018
 
Cittadini attivi nell’Italia di oggi, per il mondo di domani

Pubblichiamo le riflessioni di Stefano Comazzi, Presidente AMU, nell’editoriale dell’ultimo numero di AMU Notizie.

Quando questo notiziario sarà tra le vostre mani, conosceremo (almeno si spera …) quale sarà il nuovo Parlamento e quali le scelte politiche fatte dagli elettori; sapremo se e quanto avrà pagato, in termini di consenso politico, il ricorso ad una strumentale semplificazione ed estremizzazione delle realtà complesse che sfidano la nostra società ed il futuro dell’Italia e dell’Europa.

Di certo è in atto un profondo cambiamento strutturale nel paese: reazioni e fenomeni sociali che mai avremmo immaginato di (ri)vedere si stanno non solo diffondendo, ma consolidando nella società civile, riorientandola in modo del tutto inatteso. Per restare nel campo del volontariato e della cooperazione popolare, fino a qualche anno fa nessuno avrebbe mai pensato di accusare le ONG per il loro lavoro. C’era, e dovrà continuare a esserci, attenzione e biasimo per quelle che vengono meno ai loro scopi statutari, distraendo fondi e sottraendo risorse, o peggio ancora compiendo azioni deprecabili, abusando della fiducia ricevuta. (altro…)

Giovedì 12 Aprile 2018
 
La Siria e le false verità

Anche questa mattina le notizie internazionali, dopo la solita dose di oppio dei popoli calcistico (spero che i tifosi di calcio non me vorranno troppo), erano focalizzate sull’imminente attacco Usa alla Siria quale punizione per un ipotetico (e da più parti contestato) uso di armi chimiche, proibite dalle convenzioni internazionali. Ovvia la risposta russa, e da qui partono tutta una serie di commenti al vento, dove ognuno è esperto di qualche cosa, dove le alleanze tra Stati sembrano dover prevalere sui fatti oggettivi.

Ma la ricerca della Verità (e non le singole verità parziali) non interessa pressoché a nessuno. Così come a suo tempo si prese per buona l’accusa ai serbi per aver sparato colpi di mortaio sul mercato di Sarajevo (ci sono motivi di ritenere che l’esercito francese e quello russo avessero i tracciati radar che indicavano da dove effettivamente erano partiti i colpi), oppure quando il Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite accettò le (false) prove della “pistola fumante” trovata in mano a Saddam Hussein, sebbene proprio in quei giorni fosse in corso una virulenta campagna di denigrazione contro la commissione indipendente (capitanata da un diplomatico svedese, se non ricordo male, e che mantenne la schiena dritta), che al contrario non aveva trovato nulla.

Anni dopo, con l’Iraq trasformato in un cumulo di rovine, povertà e desolazione ogni dove, delinquenza e terrorismo sovrani, morti e profughi a non finire, ecc., ci si accontentò di un candido ed ufficioso “Sorry, mi ero sbagliato”. E poi la Libia, ecc. ecc.

Quando è la Verità ad essere la prima vittima, e tutti accettiamo per buone soluzioni di compromesso che puzzano di falso come cadaveri marci, ma sono comode e funzionali al nostro comodo status quo, allora poi arrivano a valanga i cadaveri veri, i delinquenti che a galere aperte si appropriano del potere, morte, rovine, distruzioni, ed un carico di odio che viene tramandato alle generazioni future, affinché sappiano vendicarsi al momento opportuno.

Nascondere la verità serve anche a coprire la codardia di chi non vuole sporcarsi le mani ed assumersi le proprie responsabilità (vedi conferenza di Monaco AD 1938). Verità e democrazia devono andare insieme; la seconda senza la prima è una farsa, e la prima senza la seconda è destinata a riportarci ai tempi più bui della nostra storia recente.

 

di Stefano Comazzi, Presidente AMU (articolo apparso su cittanuova.it – 12/04/2018)

Martedì 10 Aprile 2018
 
#IOCITENGO anche quest’anno AMU sarà al Villaggio per la Terra

In occasione dell’Heart day 2018 – Giornata mondiale della terra, AMU torna al Villaggio per la Terra che si terrà a Villa Borghese dal 21 al 25 aprile. Una kermesse dedicata ai 17 obiettivi dell’Agenda 2030 delle Nazioni Unite e che sarà anche un’opportunità di confronto su temi ambientali e sociali: sostenibilità ambientale, economia circolare, educazione allo sviluppo sostenibile, dialogo tra credenti e non credenti, sport oltre le barriere.
E poi spettacoli, dibattiti, il Villaggio dello Sport, il Villaggio dei bambini, il Concertone…

AMU sarà presente con i suoi progetti:

Domenica 22 aprile ore 15.30-16 nella piazza  ACQUA PULITA E SERVIZI IGIENICO-SANITARI con il progetto “Acqua fonte di vita” per l’accesso all’acqua potabile delle famiglie della collina di Rukanda, in Burundi.
Martedì 24 aprile ore 10-11, insieme ad AFN Onlus, nella piazza PACE GIUSTIZIA E ISTITUZIONI SOLIDE saremo con i ragazzi delle scuole superiori per un workshop/gioco sull’intercultura ed educazione alla pace. Un’occasione di conoscenza e di dialogo tra culture e religioni differenti promossa nell’ambito del progetto Living Peace. Saranno protagonisti dell’evento anche alcuni giovani migranti beneficiari del progetto Fare Sistema oltre l’Accoglienza come esperienza concreta di cittadinanza attiva e solidale.
Mercoledì 25 aprile ore 11.30-12 nella piazza BUONA OCCUPAZIONE E CRESCITA ECONOMICA presenteremo il progetto Turismo sostenibile e solidale – Nord Ovest Argentina che agisce proprio sul settore del turismo sostenibile, etico e responsabile come opportunità per lo sviluppo umano e sociale delle comunità indigene e contadine generando opportunità di lavoro
Mercoledì 25 aprile ore 12-12.30 nella piazza BUONA OCCUPAZIONE E CRESCITA ECONOMICA sarà la volta del progetto PROGRAMMA DI RAFFORZAMENTO DI IMPRESE INCLUSIVE DI COMUNIONE che permette di generare opportunità di lavoro dignitoso da imprese che offrano prodotti e servizi di base in Brasile.

E allora… Vi aspettiamo! Per vivere insieme a noi il Villaggio e le occasioni di riflessione e di gioco per dire anche voi “ Io ci tengo”, ad avere una terra sostenibile, solidale ed equa.

ARCHIVIO NEWS