Ecuador – Il Covid19 non può toglierci la speranza

  La situazione della pandemia nella Provincia di Esmeraldas, una delle più povere dell’Ecuador, resta critica: il Covid19 continua a diffondersi, i casi accertati sono molti meno di quelli reali perchè a tante persone non viene eseguito il tampone e non ci sono medici nei villaggi. Non è ancora semplice far rispettare le norme di […]

 

La situazione della pandemia nella Provincia di Esmeraldas, una delle più povere dell’Ecuador, resta critica: il Covid19 continua a diffondersi, i casi accertati sono molti meno di quelli reali perchè a tante persone non viene eseguito il tampone e non ci sono medici nei villaggi. Non è ancora semplice far rispettare le norme di sicurezza legate all’uso della mascherina e dei disinfettanti, ancora molto costosi.

In molti hanno perso il lavoro: hanno chiuso le attività legate alla pesca e al turismo, fortemente ridotto, come alberghi e ristoranti.

“Quando abbiamo rischiato di chiudere la panetteria costruita e gestita con grandi sforzi per rialzarci dal terremoto del 2016, tutto è sembrato crollare. A causa della pandemia, oltre a rischiare il contagio, abbiamo temuto di perdere il nostro lavoro, non potendo più produrre e vendere pane” Sono le parole di Josefa, di Sàlima: “Poi con il progetto Esperanza abbiamo rivisto una possibilità”.
Anche una delle donne che si occupano del pollaio comunitario costruito a Macàra racconta la fase di grande incertezza che stanno attraversando: ”ho perso il lavoro che svolgevo ogni tanto per pulire le case lungo la spiaggia. Oggi non vogliono che andiamo per paura del contagio e così mi rimane solo il lavoro al pollaio per provvedere alla mia famiglia”.

Il progetto Esperanza Ecuador acquista il pane prodotto dalla panetteria comunitaria e il pollo allevato nei pollai gestiti dalla comunità, entrambi nati dal progetto post – terremoto “Sunrise”, per distribuirlo a famiglie che non hanno possibilità di acquistare beni di prima necessità.
Molte delle persone raggiunte dagli aiuti del progetto Esperanza non hanno altri mezzi di sostentamento, quel pane e quei polli sono gli unici alimenti che possono portare sulla loro tavola.
Nonostante queste condizioni, tutti vogliono provare a contribuire, donando del tempo o quel poco che possono condividere, per terminare la costruzione degli spazi comunitari. Così c’è chi offre lavoro gratuito, chi ospita operai e muratori per qualche tempo o chi prepara del cibo per chi lavora alle costruzioni.
La grande crisi portata dal Coronavirus ha aggravato la lenta ripresa delle comunità di Salima, 10 de agosto e Macara dopo il violento terremoto del 2016. Oggi, con il progetto Esperanza vogliamo accompagnare queste comunità a resistere nell’emergenza per poi riprendere, al più presto, il proprio cammino di sviluppo.

 

Sostieni il progetto Esperanza in Ecuador[vc_btn title=”Clicca qui per sostenere l’AMU” color=”warning” align=”center” link=”url:https%3A%2F%2Fwww.amu-it.eu%2Fsostienici%2Fdona-ora-2%2F||target:%20_blank|”][vc_column_text]Per rimanere accanto alle comunità in questo momento di crisi e aiutarle a riscoprire il loro potenziale di sviluppo puoi destinare all’AMU il tuo 5XMILLE – UN GESTO CHE UNISCE[/vc_column_text][vc_btn title=”Scopri come destinare il 5XMILLE ad AMU” color=”danger” align=”center” link=”url:https%3A%2F%2Fwww.amu-it.eu%2Fsostienici%2F5xmille%2F||target:%20_blank|”]

 

Con la tua donazione potrai aiutarci a portare avanti i nostri progetti e programmi di sviluppo

Loading...