Ricerca un progetto per area geografica

 











Europa
 

Qui puoi scaricare il depliant >>>

Vai al sito del progetto >>>

La Sicilia orientale rappresenta una delle mete principali dei migranti (profughi e richiedenti asilo), il cui arrivo dal Mediterraneo costituisce la maggiore emergenza umanitaria del territorio. Molto consistente è la presenza di Minori Stranieri Non Accompagnati (M.S.N.A.), in particolare nella fascia d’età 16-18 anni, sbarcati sulle coste siciliane senza famiglia.

I MSNA, arrivati in Italia, hanno come obiettivo primario un rapido inserimento lavorativo, con la finalità di ottenere un minimo reddito da inviare alle proprie famiglie di origine, a discapito di un sufficiente percorso di formazione scolastica. A ciò si aggiunge la debole esperienza degli educatori/operatori delle comunità di accoglienza sullo specifico tema dell’integrazione lavorativa di questi giovani, provenienti da territori diversi e portatori di culture molto distanti dalle nostre. Nelle aree di riferimento sono presenti anche numerosi ragazzi italiani che vivono una situazione altrettanto difficile, ospitati in strutture di accoglienza a causa del disagio familiare, i quali non hanno assolto l’obbligo formativo e hanno dunque scarsissime possibilità di accesso al mondo del lavoro.

Per favorire un’integrazione sociale ed economica di questi giovani ed evitare il costante pericolo del loro reclutamento da parte delle organizzazioni criminali abbiamo avviato il progetto “Fare Sistema Oltre l’Accoglienza”, rivolto a ragazzi prossimi alla maggiore età o neo-maggiorenni, sia italiani che stranieri, in condizioni di vulnerabilità economica e sociale.

Le attività del progetto si articolano in tre componenti:

  • Formazione professionale e tirocini aziendali, accompagnamento all’inserimento lavorativo dipendente e autonomo;
  • Corsi di alta formazione per gli operatori dell’accoglienza e per giovani mediatori culturali;
  • Creazione di una rete nazionale di aziende e famiglie con nodi territoriali per l’accoglienza e l’accompagnamento all’inserimento socio-economico dei giovani coinvolti
12