Ricerca un progetto per area geografica

 











Ecuador
 

Dopo l’emergenza si avvia il difficile periodo della ricostruzione materiale e di supporto psicologico e sociale alle comunità in Ecuador

Il contesto del nostro intervento

Il 16 aprile del 2016 la costa ecuadoriana è stata colpita da un terremoto di magnitudine 7.8 gradi della scala Richter.

Questo terremoto è stato considerato uno dei più distruttivi dopo il terremoto del 1987 e la provincia di Esmeraldas è tra le località più colpite.

AMU insieme al Movimento dei Focolari in Ecuador, il “Fondo Ecuatoriano Populorum Progressio” (FEPP), la “Fundación Amiga” e “Azione per Famiglie Nuove Onlus ” (AFN) ha organizzato un primo intervento post-emergenza tra il 2016 e il 2017. Grazie a una valutazione partecipata con la comunità si è potuto far fronte alle esigenze più urgenti per poi cominciare a pensare alla ripresa economica, alla riorganizzazione comunitaria e all’assistenza psico-sociale alla popolazione.

Il percorso di ricostruzione

Da quel primo progetto sono nate alcune attività imprenditoriali, tra cui un panificio comunitario, gestito oggi da 12 persone. Lo scopo è quello di dare lavoro a turno ai membri della comunità e di servire un servizio a basso costo per le persone in difficoltà.

Oggi “Sunrise Ecuador” ha luogo in tre comunità appartenenti ai cantoni di Muisne e Atacames: Salima, 10 agosto e Macará e oltre agli aspetti materiali ed economici vuole sostenere le persone in una ripresa psicologica e nella ricostruzione della fiducia reciproca e dei legami comunitari.

Il primo impatto dopo il terremoto, infatti, è stato il diffuso timore della popolazione e lo shock per la perdita e la distruzione delle case e delle strutture comunitarie. Molte famiglie hanno ancora problemi a riprendere le loro attività economiche, poiché le loro attrezzature sono andate perse o distrutte e gli ambienti di lavoro sono stati danneggiati. La situazione generale di sofferenza della popolazione si è riflessa anche nell’aumento dell’aggressività nelle relazioni familiari e comunitarie.

La povertà e l’attenzione per salvare i bambini dal narco-traffico.

La popolazione è composta da molti bambini, adolescenti e giovani, la maggior parte dei genitori sono impegnati nei lavori di pesca tradizionale e nella raccolta di conchiglie e le donne sono principalmente impegnate nelle faccende domestiche. L’avvento dell’emergenza ha, quindi, aggravato una situazione di povertà e difficoltà diffusa.

Questi aspetti, legati alla posizione geografica che fa della provincia la porta per la Colombia e per alcuni corridoi sfruttati dal narco-traffico, pongono i ragazzi del luogo in una situazione di forte vulnerabilità: la fame, il senso di abbandono, la paura per il futuro potrebbero renderli facili prede sia per il consumo di droghe sia per lo sfruttamento da parte di organizzazioni criminali senza scrupoli.

Per questo le prime attività di “Sunrise Ecuador” riguardano anche la formazione, lo svago e la ricostruzione di strutture per bambini e adolescenti.

 

Descrizione attività

Le attività di progetto rientrano nelle seguenti tipologie:

  • Organizzazione ed empowerment delle comunità
  • Formazione professionale
  • Formazione e assistenza per bambini, adolescenti e giovani
  • Costruzione e ricostruzione di infrastrutture ad uso comunitario

Nello specifico si realizzeranno le seguenti attività:

  • Accompagnamento per l’organizzazione della comunità e lo sviluppo di attività produttive: panifici comunitari, saloni di bellezza, allevamento di polli
  • Costruzione di 5 infrastrutture di comunità: 1 campo di calcio, 1 parco per bambini, 2 sale comuni, un panificio, un pozzo d’acqua potabile
  • Percorsi di crescita e attività di svago per bambini e giovani delle 3 comunità
  • Attività di tipo produttivo con i giovani (agricoltura)
  • Formazione per le famiglie