Ricerca un progetto per area geografica

 











NL HIDE
 

Fontem-panormica-economia-di-comunioneDa ieri a Fontem, nel cuore della giungla camerunense, AMU partecipa come partner EDC all’ EoC Start up Lab 2017.
Oltre 50 partecipanti provenienti da Congo, Niegeria, Madagascar, Camerun, Costa D’Avorio, Angola, Uganda, Burkina Faso per presentare 28 progetti imprenditoriali.
Insieme ad AMU, un team internazionale di imprenditori e professionisti, provenienti da RDC, Costa d’Avorio, Uganda, Burkina Faso, Benin, Togo, Camerun, Francia, Austria, guiderà i partecipanti in un percorso pratico-formativo per dare forma alle loro idee e sviluppare le start up.
Uno degli appuntamenti più interessanti è lo speed date tra giovani imprenditori, che c’è stato ieri e di cui vedete le foto sotto,  in cui in pochi minuti ciascuno ha dovuto raccontare e convincere gli altri della bontà della sua idea e del suo progetto.
* Contemporaneamente negli USA ad Hyde Park è iniziata la Summer School precede il consueto incontro annuale dell’Associazione Edc Nord Americana (che comprende oltre agli USA anche il Canada) dal titolo: “Costruire un’Economia di Comunione. Una nuova visione per l’economia ed il business” (Building an Economy of Communion. A new vision for the Economy and Business).

 

No Child labour - Giornata Mondiale contro il lavoro minorileNella Giornata mondiale contro il lavoro minorile, World Day Against Child Labour, scegliamo lo slogan “Il futuro, da bambini”. Amu è da sempre impegnata affinché il diritto allo studio, il diritto a una crescita sana e serena, il diritto al gioco, insomma, semplicemente il diritto ad essere bambini, sia tutelato e promosso. Solo così, si può costruire un futuro fatto di adulti consapevoli, liberi e a loro volta sereni.
Oggi, di fronte ai numeri impressionanti che vedremo pubblicati sul lavoro minorile, sullo sfruttamento di bambini in fabbriche, conflitti, lavori usuranti, e che ci faranno riflettere sulla spietatezza di alcune situazioni in alcune parti del Mondo, noi abbiamo deciso di condividere 3 storie, difficili, ma positive.

Tre storie per raccontare il progetto #ChanceForTomorrow che, grazie al lavoro della Fondazione Koz Kazah, si occupa proprio di organizzare attività di educazione, formazione e svago, per i ragazzi del quartiere di Shubra, popolosa periferia del Cairo.

(altro…)

 

Il libro è di Takoua Ben Mohamed – Edizioni BeccoGiallo – 2016 –  e per noi lo racconta Katiuscia Carnà che si occupa dei progetti di intercultura ed educazione alla pace in AMU.

Un racconto a fumetti ironico e leggero, quello che voglio consigliarvi, che permette di entrare nella vita di tutti i giorni di una giovane donna musulmana che ha scelto di portare il velo in Italia. Un fumetto, divertente ma altrettanto utile per superare gli stereotipi e le generalizzazioni che, oggi come non mai, vengono enfatizzati dai mass media.

Takoua è di origini tunisine, venuta in Italia quando era ancora piccola per ricongiungersi al padre. Il suo “fumetto intercultura” è un modo simpatico, ma altrettanto forte per denunciare le discriminazioni, gli stereotipi e i pregiudizi.

Una ragazza comune che in prima persona affronta l’adolescenza e i suoi problemi, proprio come tutte le sue coetanee. A questo però si aggiungono ogni giorno le difficoltà di una scelta: quella di indossare l’hijab, il velo islamico.

Una lettura leggera adatta a tutti che dà ad ognuno di noi la possibilità di immedesimarsi nei “panni dell’altro”, abbattendo i pregiudizi.

 

 

 

A sei mesi dall’avvio del progetto sono tanti i risultati raggiunti, le aziende aiutate e sostenute, le reti solidali costruite e che ora proseguiranno.

Il 2 luglio vogliamo raccontare tutto questo e molto di più al RImPRESA PARTY, un’occasione per conoscere i protagonisti, aziende, associazioni, donatori, le loro storie e le idee per continuare a sostenere quei territori e quelle attività anche in futuro.

Vi aspettiamo per un pomeriggio di festa, possibile anche grazie ai prodotti delle aziende coinvolte nel progetto.

Per confermare la vostra presenza inviate una mail a sostenitori@amu-it.eu oppure chiamate il numero 06.94792170

Scopri di più nella scheda progetto

(altro…)

 

ANPECOM (Ass.ne nazionale per un’Economia di Comunione in Brasile) è stata nominata fra le prime 6 organizzazioni brasiliane per le migliori pratiche di supporto alla microimpresa.

Un primo risultato arrivato anche grazie al progetto PROFOR, nato dal dialogo e dalla collaborazione che ANPECOM, AMU ed EdC Internazionale, per il rafforzamento di imprese inclusive di comunione. Tra le sei, solo due saranno poi proclamate vincitrici e riceveranno un premio a Brasilia.
Il programma PROFOR è pensato per realizzare un vero e proprio percorso di incubazione di imprese sociali che permettono di generare opportunità di lavoro dignitoso e/o che offrano prodotti e servizi di base accessibili alla popolazione più svantaggiata, in diverse regioni del Brasile e particolarmente in regioni rurali o nelle periferie urbane.
E cominciano ad esserci i primi risultati, come abbiamo raccontato sull’ultimo numero di AMU notizie e sul nostro sito con le storie di due nuovi imprenditori di PROFOR.

Questa prima selezione e l’eventuale premio, sono bellissime notizie che vogliamo condividere con tutti voi. Questi riconoscimenti, infatti, premiano da una parte lo sforzo organizzativo e il costante impegno nel progetto di chi lo porta avanti, sia il sostegno che soci e donatori hanno voluto dare a questo progetto e all’idea di economia di comunione.

Scopri la scheda progetto  e come continuare a sostenerlo.