Ricerca un progetto per area geografica

 












NL HIDE
 

Raccontaci la tua solidarietà!

I nostri progetti, le azioni, gli interventi che portiamo avanti sono possibili grazie al supporto diffuso di tutti i nostri donatori e alle iniziative che mettono in campo per raccogliere fondi o sostenere AMU.

C’è chi ha scelto di devolvere il “regalo” per un’occasione speciale (dalla laurea alla pensione, dal matrimonio a un battesimo). Altri hanno organizzato un mercatino dell’usato o una vendita di opere artigianali fatte da loro. Altri ancora hanno coinvolto i loro amici o intere comunità per momenti di formazione, approfondimento sui progetti e raccolta fondi.

La solidarietà vive di tanti gesti, di tante storie, di tante occasioni e vorremmo chiedere a tutti voi di raccontare le vostre (bastano poche righe, qualche foto). Così potremo condividere le scelte, l’impegno, le emozioni che sono dietro a piccoli e grandi iniziative.

Perché? Perché ognuno con la sua storia può “dare la carica” all’altro, può riconoscersi in alcuni gesti e motivazioni, oppure farne scoprire di nuove.

Perché conoscersi è il modo migliore per continuare a costruire un mondo unito e solidale.

 

 

Un elemento importante nei progetti AMU, e quindi anche del progetto TSNOA – Turismo responsabile e solidale nel Nord Ovest dell’Argentina, è quello della reciprocità.

Chi riceve sostegno per avviare un’attività o riprenderla in caso di emergenza o calamità, una volta ritrovata la stabilità si impegna a sostenere altri imprenditori, lavoratori o famiglie che ne avessero bisogno.

In particolare nel progetto TSNOA è previsto un Fondo di reciprocità al quale i beneficiari contribuiranno in forma monetaria restituendo nel tempo il corrispettivo del 30% del contributo ricevuto ed in forma valorizzata (nella misura del 40% del contributo ricevuto) mettendo a disposizione di altri beneficiari strutture, esperienze e competenze.”

Nel 2015, Amu ha stanziato i fondi per il sostegno e il rafforzamento di tre imprese facenti parte dell’Associazione Turu Yaco. Proprio questi imprenditori hanno restituito al finanziatore il 30% del totale e hanno scelto spontaneamente di donare il 50% del resto in denaro per il fondo.
Il fondo creato, inoltre, è stato integrato anche dal 50% delle sovvenzioni ricevute, sempre dagli imprenditori, all’interno del programma “Emprende Salta 2016” .

(altro…)

 

In questi giorni ricorre un anno dal terribile terremoto che ha coinvolto la zona di Amatrice e che ha interessato il Centro Italia. In questa occasione abbiamo raccolto le storie direttamente dai protagonisti del progetto RImPRESA.

A distanza di mesi, nonostante sia forte ancora il dolore per le quasi 300 vittime e per le loro famiglie. Per quanto sia ancora vivo il ricordo e siano ancora presenti nel territorio i segni dei crolli, dell’isolamento subìto, della paura per possibili nuove scosse e conseguente danni, noi vogliamo parlare di quei giorni pensando al futuro.

Al futuro che si vuole ricostruire, grazie a chi, sopravvissuto, non si è perso d’animo, ha voluto tenere accesa una speranza. Un futuro a cui guardare con umiltà e perseveranza.

Vogliamo raccontare le storie di Stefania, di Pietro, di Maria Josè, l’impegno di Federica e il supporto della Cia – Conferenza italiana agricoltori – e della Protezione Civile.
Tutte parti di un racconto costruito insieme, tutti attori e protagonisti di RImPRESA, il progetto che sostenendo le aziende locali, ha permesso loro di continuare o riprendere la produzione.

Ringraziando tutti gli amici (oltre che le associazioni partner: Associazione Azione Famiglie Nuove, AIPEC, Movimento dei Focolari, B&F Foundation, Abbraccio Planetario) che hanno contribuito con donazioni, con il loro lavoro e con le loro idee alla riuscita del progetto, in questo anniversario vogliamo ascoltare le storie dei protagonisti, della loro ritrovata fiducia, del rapporto con il loro territorio che vogliono preservare.

[Clicca sui video qui sotto per ascoltare le storie]

 

Uno stralcio del racconto di Sameiro che per AMU è andata in Sierra Leone a constatare le condizioni locali dopo l’emergenza ebola – Il pezzo per intero sarà pubblicato sul prossimo numero di AMU Notizie.

Sierra Leone è uno dei Paesi con l’indice di sviluppo umano (HDI)* più basso al mondo: su un elenco totale di 187 Paesi, esso si trova al 183° posto. Le condizioni della popolazione sono precarie e le principali attività di sussistenza come la raccolta di frutta e la caccia, tramandate come tradizioni familiari, oggi sono tornate una necessità perché l’avvento delle grandi compagnie minerarie straniere ha provocato il disboscamento e la vendita di grandi aree prima destinate all’agricoltura di sussistenza.

(altro…)

 

2017 LP INVITO SAVE DATE IT
Living Peace, il progetto di AMU, New Humanity  e Teens 4 Unity nell’ambito dell’Educazione allo Sviluppo, organizza a ottobre un percorso di formazione alla Pace.

Si tratta di un corso di formazione rivolto ad insegnanti, educatori e formatori  che avrà luogo dal 25 al 29 ottobre 2017, presso il Centro Mariapoli, in Via San G.Battista de la Salle, Castel Gandolfo – Roma.

Living Peace oggi è una rete di pace mondiale di oltre 40 organizzazioni che collaborano in tutto il mondo e che lavorano per la pace. Il progetto negli anni ha registrato la partecipazione di più di 200 mila persone da 113 nazioni del mondo.
Il progetto è promosso da scuole, associazioni, centri educativi, gruppi religiosi ecc. e si sviluppa attraverso azioni concrete e metodi, come il lancio del dado della Pace, il quale presenta sei frasi corrispondenti ad un valore di Pace che stimolano cambiamenti personali e comunitari, e la pratica del Time – Out, in cui tutti i giorni alle ore 12 di ogni fuso orario è riservato un minuto di silenzio, di preghiera o riflessione sulla pace.

Per avere altre info sul corso, conoscere il programma e come iscriversi potrete cliccare qui.