Ricerca un progetto per area geografica

 











NL HIDE
 

Una storia di solidarietà che unisce le donne della Sardegna con le donne del Cairo

Ozieri è una bellissima cittadina arroccata nella provincia di Sassari, un paese rinomato e famoso in tutta la Sardegna e in Italia per essere il centro del cosiddetto “Logudoro”, ovvero, “luogo d’oro”. Qui un gruppo di signore ha deciso di dedicarsi all’arte del ricamo.

È un modo per passare il tempo libero, stare insieme, conservare e tramandare un’importante tradizione locale alle più giovani e, soprattutto, un modo per raccogliere fondi e sostenere uno dei progetti AMU.  Infatti, “le ragazze del LaborAmor” così si chiama il laboratorio e così le chiamano amici e concittadini, ricamano in maniera magistrale su ogni tipo di biancheria per la casa e poi rivendono i loro manufatti in tre mercatini annuali.

Il ricavato di queste vendite va in parte alle emergenze e alle necessità della comunità locale e in buona parte al progetto AMU in Egitto “Chance for tomorrow”.

In questi giorni, Nevin, la coordinatrice del progetto, è arrivata dall’Egitto ed è stata accolta dalle ragazze del LaborAmor in Sardegna. Lo scambio di emozioni è stato davvero intenso: le donne di Ozieri hanno mostrato il loro lavoro, coinvolgendo Nevin in un pomeriggio nel loro stile laborioso e gioioso allo stesso tempo. Lei ha raccontato come si svolge la vita al centro di KozKazah, la fondazione partner AMU.

(altro…)

 

È settembre e si torna a scuola!

Noi di AMU vogliamo augurare un “buon inizio” a tutti i ragazzi e le ragazze che stanno per tornare a scuola o cominciano in questi giorni la loro avventura sui banchi, in Italia e non solo.

Allora, auguri anche ai ragazzi della scuola di Bolivar, in Perù, che finalmente hanno un centro scolastico raggiungibile e che offre loro un sostegno alimentare adeguato alla loro età.
Buon inizio ai ragazzi e alle ragazze dell’Istituto Cikoma, una scuola superiore della Repubblica Democratica del Congo ad indirizzo pedagogico e sociale che forma i futuri insegnanti dell’isola, che ora possono contare su attrezzature didattiche adeguate.

Ancora, auguri ai ragazzi del Centro Educativo Polivalente di Kiribati, dove oltre a finanziare il lavoro degli insegnanti, si sono create iniziative mirate per donne e bambini attraverso seminari sui temi della salute, igiene, nutrizione, educazione dei figli e rapporti familiari per le madri e approfondimenti didattici per i bambini.
(altro…)

 

Riuscire a costruire un sistema per un lavoro dignitoso, questo è uno degli obiettivi del progetto PROFOR – PROGRAMMA DI RAFFORZAMENTO DI IMPRESE INCLUSIVE DI COMUNIONE – per l’avvio e il sostegno all’imprenditorialità di persone in difficoltà socio-economiche.

Dopo la fase di formazione, la ricezione del capitale e il supporto di consulenti e coach per la fase d’avvio, si cominciano a registrare i primi risultati, sei imprese su otto sono in attività e una sta per partire nel campo della sanità.

  • Il progetto Frutos da Terra a Rio de Janeiro, che riguarda la produzione di verdure congelate (coltivazione, raccolta e trattamento), continua a svilupparsi. Con il capitale di avviamento si è proceduto all’acquisto di macchinari ed è stato ristrutturato e riorganizzato lo stabilimento. Inoltre, si sono realizzati i corsi di formazione per impiegare delle donne del luogo nel processo di preparazione delle verdure.
    Il progetto ha avuto anche diversi riconoscimenti, per esempio è stato proposto da Waldemar come idea per il miglioramento della comunità rurale per il beneficio e sostegno portato a  15 agricoltori direttamente e per un partenariato firmato con un giovane socio della comunità in cui risiede l’azienda.
    Il progetto di agricoltura legato alla congelazione ha avuto anche scambi con l’università fino a un accordo che permette agli studenti di utilizzare l’azienda come laboratorio di studio sociale.

(altro…)

 

Raccontaci la tua solidarietà!

I nostri progetti, le azioni, gli interventi che portiamo avanti sono possibili grazie al supporto diffuso di tutti i nostri donatori e alle iniziative che mettono in campo per raccogliere fondi o sostenere AMU.

C’è chi ha scelto di devolvere il “regalo” per un’occasione speciale (dalla laurea alla pensione, dal matrimonio a un battesimo). Altri hanno organizzato un mercatino dell’usato o una vendita di opere artigianali fatte da loro. Altri ancora hanno coinvolto i loro amici o intere comunità per momenti di formazione, approfondimento sui progetti e raccolta fondi.

La solidarietà vive di tanti gesti, di tante storie, di tante occasioni e vorremmo chiedere a tutti voi di raccontare le vostre (bastano poche righe, qualche foto). Così potremo condividere le scelte, l’impegno, le emozioni che sono dietro a piccoli e grandi iniziative.

Perché? Perché ognuno con la sua storia può “dare la carica” all’altro, può riconoscersi in alcuni gesti e motivazioni, oppure farne scoprire di nuove.

Perché conoscersi è il modo migliore per continuare a costruire un mondo unito e solidale.

 

 

Un elemento importante nei progetti AMU, e quindi anche del progetto TSNOA – Turismo responsabile e solidale nel Nord Ovest dell’Argentina, è quello della reciprocità.

Chi riceve sostegno per avviare un’attività o riprenderla in caso di emergenza o calamità, una volta ritrovata la stabilità si impegna a sostenere altri imprenditori, lavoratori o famiglie che ne avessero bisogno.

In particolare nel progetto TSNOA è previsto un Fondo di reciprocità al quale i beneficiari contribuiranno in forma monetaria restituendo nel tempo il corrispettivo del 30% del contributo ricevuto ed in forma valorizzata (nella misura del 40% del contributo ricevuto) mettendo a disposizione di altri beneficiari strutture, esperienze e competenze.”

Nel 2015, Amu ha stanziato i fondi per il sostegno e il rafforzamento di tre imprese facenti parte dell’Associazione Turu Yaco. Proprio questi imprenditori hanno restituito al finanziatore il 30% del totale e hanno scelto spontaneamente di donare il 50% del resto in denaro per il fondo.
Il fondo creato, inoltre, è stato integrato anche dal 50% delle sovvenzioni ricevute, sempre dagli imprenditori, all’interno del programma “Emprende Salta 2016” .

(altro…)