Ricerca un progetto per area geografica

 












NL HIDE
 

Dopo gli interventi di emergenza seguiti al terribile terremoto del 2016, in Ecuador il progetto #SUNRISEECUADOR prevede anche la costruzione di un panificio comunitario per dare lavoro e offrire prodotti a un prezzo accessibile per tutti!
Scopri come sostenere questo progetto, anche con una piccola donazione e condividi il link!

Metti anche tu le “Mani in pasta per l’Ecuador!”

 

La Ruta 40 è la protagonista del racconto di viaggio che Chiara Morellato e Andrea Vignali hanno compiuto alla scoperta del Nord Ovest dell’Argentina. Un percorso alla riscoperta di quel patto tra uomo e terra (che qui chiamano Pachamama) custodito in questi luoghi dalle comunità rurali che vivono seguendo ancora oggi le loro più antiche tradizioni.

Un reportage unico, un racconto costruito insieme agli abitanti di quelle terre che in questi anni  hanno partecipato al Progetto di turismo sostenibile e solidale sostenuto da #AMU.

Attraverso il turismo le comunità rurali hanno potuto valorizzare quei panorami unici, ritrovare i mestieri artigiani dei loro antenati, conservare e far conoscere i costumi popolari legati alle loro tradizioni. I visitatori hanno così l’occasione per vivere un’esperienza completa, che dalla semplice visita dei luoghi, diventa conoscenza, condivisione, empatia con chi quei luoghi vive e anima ogni giorno.

Per gli abitanti del Nord Ovest Argentino, un’opportunità per uscire dalla vulnerabilità e avviare uno sviluppo in armonia con la natura, nel rispetto dei propri costumi e in condivisione con la propria comunità, salvaguardando così i legami sociali.

In questo video, la straordinaria bellezza della terra del NOA (Nord Ovest Argentina) e l’accoglienza dei suoi abitanti.

Qui per sostenere il programma con una donazione.

 

 

 

 

[Il servizio è andato in onda anche il 28 ottobre durante la trasmissione “Il Kilimangiaro” su Raitre]
 

Venerdì, 14 dicembre AMU sarà tra i promotori dell’incontro “Dignità e diritti della persona: fondamento e “porta” dell’accoglienza” che si terrà a Parma.

Di seguito troverete il programma (anche in pdf) e le specifiche dell’appuntamento

Ci vediamo venerdì 14 dicembre 2018 – ore 15/19 – Palazzo Soragna, Strada al Ponte Caprazucca, 6/a – Parma

 

 

 

 

 

Programma
h. 15.00 Registrazione dei partecipanti
h. 15.15 Indirizzi di saluto
Elisabetta Gualmini
Vicepresidente Regione Emilia Romagna
Nicoletta Paci
Assessore alla Partecipazione – Comune di Parma
Giuseppe Forlani
Prefetto di Parma
Paolo Andrei
Magnifico Rettore Università degli Studi di Parma
Coordina i lavori
Adriana Cosseddu
Professore di Diritto penale – SSPL – Università degli Studi di Sassari
Relazioni
Volti della dignità umana
Andrea Nicolussi
Professore di Diritto civile Università Cattolica di Milano
Dignità: “cuore” della tutela
Giuseppe Spadaro
Presidente del Tribunale per i Minorenni di Bologna

Interventi a tema
Chiara Marchetti
Ciac Onlus
Angela Roda

 

Scarica l’invito                                       Scarica la locandina

 

Una parte del progetto “Acqua fonte di vita” prevede la formazione della comunità locale perché possa imparare a utilizzare lo strumento del micro-credito comunitario ed essere artefice della propria crescita e del proprio sviluppo.

Ma cos’è e come funziona? Il micro-credito comunitario è un sistema di risparmio e di credito gestito in piccoli gruppi: ciascun componente immette nel sistema una piccola somma che, insieme al contributo di tutti gli altri, va a costituire un fondo cui ciascuno potrà attingere, a turno, per avviare una attività generatrice di reddito.

Chi usufruisce di una “quota” si impegna, ovviamente, a restituirla con i proventi della nuova attività.

Il suo scopo principale è quello di raccogliere risparmi e fornire sostegno e capitale di avvio ai membri di una comunità che non avrebbero accesso ai servizi finanziari formali.

Il micro-credito comunitario determina un cambiamento di mentalità e porta allo sviluppo sia finanziario, sia sociale” ricorda il formatore che ha preparato gli agenti sul campo che affiancheranno le famiglie beneficiarie per utilizzare questo strumento.

 

L’opportunità di lavorare, di imparare una lingua, far parte di un gruppo e dimostrare il proprio valore. Ecco alcuni elementi alla base della scelta reciproca di aziende e beneficiari coinvolti in #FareSistemaOltrelAccoglienza.
Qui la storia di Lucien e l’impegno di Leroy Merlin Laurentina-Community Appassionati della “Voglia di fare casa” per una nuova cultura dell’accoglienza.​

Guarda il video