Ricerca un progetto per area geografica

 












News
 

Si è concluso sabato 22 novembre a Genova il Convegno Nazionale SPeRA – Solidarietà Progetti e Risorse per l’Africa, il cui obiettivo principale era quello di “dar voce a tutti i programmi di aiuto per l’Africa”, scambiare conoscenze e promuovere sinergie fra gli operatori interessati (vedi news del 18 novembre >>>).

È ancora presto per tirare le fila di un congresso che ha visto susseguirsi per tre giorni tavole rotonde, dibattiti e interventi – fra questi anche le presentazioni dei nostri progetti in Costa d’Avorio e Burundi – ma possiamo cominciare a raccogliere qualche impressione.

«Abbiamo proposto il nostro stile di intervento che intende basarsi sul partenariato e sull’approccio “ragionato” dei problemi ed una risposta concordata e concertata ai bisogni primari delle comunità», afferma Stefano Comazzi, vice-presidente AMU, che ha svolto le 2 relazioni. (altro…)

 

Inaugurato venerdì 21 novembre a Trieste il Dado della Pace. Di 60 cm per lato, porta sulle sei facce i motti: “Ci aiutiamo a vicenda, Perdono l’altro, Amo per primo, Ascolto l’altro, Condivido con gli altri e Accolgo tutti”. Riportiamo integralmente l’articolo dell’Ufficio Stampa del Comune di Trieste pubblicato su www.triesteprima.it. Le foto sono di Gabriele Kucich.

«Questo dado sia il segno che ci ricorda che la pace è un bene prezioso, da coltivare sempre, con l’impegno di tutti». Con queste parole il vicesindaco Fabiana Martini ha inaugurato questa mattina (venerdì 21 novembre), nel giardino pubblico Muzio de Tommasini di Trieste, l’aiuola e il dado della pace.

Promossa dal Comune di Trieste e realizzata dall’associazione Azione per un Mondo Unito, espressione del Movimento dei Focolari, nel centenario dell’inizio della prima guerra mondiale, l’iniziativa è frutto di un progetto già avviato in città italiane come Trento e Rovigo, ma anche in Paesi più lontani come l’Ungheria e il Pakistan. L’obiettivo è quello di favorire percorsi di educazione alla pace, coinvolgendo in particolare bambini e ragazzi delle scuole ma anche insegnanti, educatori, famiglie e tutti gli adulti di ogni età che desiderano impegnarsi e portare il proprio piccolo concreto contributo su questo importante e sempre attuale fronte. (altro…)

 

L’area giochi del Giardino Pubblico “Muzio De Tommasini” di Trieste si arricchirà presto di un nuovo gioco: il Dado della Pace. La cerimonia di inaugurazione avrà luogo venerdì mattina 21 novembre alle 10.15, presenti le autorità del Comune di Trieste e rappresentanti della locale comunità dei Focolari, che ha promosso l’iniziativa con il patrocinio ed il supporto dell’AMU – Friuli Venezia Giulia.

L’opera viene installata – si legge nel testo che sarà posto accanto al dado –  “nell’anno 2014, – centenario dell’inizio della prima guerra mondiale, a memoria dell’inutilità di tutte le guerre e quale auspicio di un mondo più unito e in pace”.

Per approfondire leggi l’articolo pubblicato su  Città Nuova on line >>>

 

Inizia giovedì 20 novembre a Genova il Congresso Nazionale SPeRA – Solidarietà Progetti e Risorse per l’Africa. Anche l’AMU partecipa con interventi su Costa d’Avorio e Burundi.

Tre giorni di incontri, testimonianze e dibattiti a partire da giovedì 20 novembre: è il programma del Convegno SPeRA che punta a creare sinergie fra persone, associazioni e gruppi che operano nell’Africa sub-sahariana.

Le iniziative per aiutare l’Africa sono numerosissime – si legge nel depliant dell’evento – una grande catena di solidarietà costituita da ONG, ONLUS, missioni cattoliche ma anche da aziende e da privati cittadini: tante realtà diverse, accomunate dall’essere italiane e dall’interesse nei confronti di uno stesso continente.

Il Congresso SPeRA rappresenta un’occasione di incontro per tutti coloro che, a livello nazionale, si occupano di solidarietà in Africa Sub Sahariana, con l’intento di:

  • dar voce a tutti i programmi di aiuto per l’Africa;
  • favorire collaborazioni e sinergie tra gli operatori e le diverse realtà associative laiche e religiose;
  • agevolare il reclutamento di nuove forze umane ed economiche;
  • mettere in contatto il mondo della solidarietà e quello delle imprese;
  • avvicinare il mondo dei giovani e degli studenti a quello del no profit e alle opportunità offerte dal continente africano. (altro…)
 

 

Spesso tutto inizia semplicemente quando una o più persone, davanti ad un problema, si mettono in gioco. È anche l’esperienza di Cristina Lira, raccontata nell’inserto “Notizie AMU”.

«Lavoro presso l’Università Federale di Alagoas (UFAL) come architetto nel settore progetti. Nel ‘98 sono stata invitata a fare una tesi di ricerca su “Sviluppo e ambiente”.

Vi ho ravvisato l’opportunità  di trattare un tema allora innovativo: Economia di Comunione e povertà; così mi sono immersa nella realtà del mio Stato concentrandomi su un municipio con un bassissimo livello di sviluppo umano: Branquinha. La regione è ricca di risorse naturali, disseminata di latifondi con estese piantagioni di canna da zucchero, un prodotto che ha grande redditività nel commercio internazionale mentre chi vi lavora è in stato di perenne miseria.

Mi sono trovata davanti ad una realtà piena di paradossi perché a Branquinha, negli anni Novanta, alcuni latifondi furono confiscati dal progetto di riforma agraria e distribuiti a famiglie di contadini in sei insediamenti rurali. (altro…)