Ricerca un progetto per area geografica

 












News
 


Segnaliamo questo corso per chi lavora (o vuole lavorare) nell’ambito della cooperazione allo sviluppo.

TITOLO CORSO: “Gestione e rendicontazione dei progetti promossi PVS MAECI”
DATE: 12 e 13 novembre 2016
CHIUSURA ISCRIZIONI: 08 novembre 2016
DOCENTE: Carlos Costa
LUOGO DI SVOLGIMENTO: Roma
CORSO IN PRESENZA: il corso ha la durata di due giorni ed ha come obiettivo analizzare ogni aspetto dell’attuale momento transitorio delle normative per la gestione dei progetti promossi PVS approvati dal Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale (MAECI) tra il 2013 ed il 2015.
Nel corso delle due giornate saranno presi in esami tutti i documenti che compongono le procedure in vigore. In particolare la nuova Legge n° 125 Disciplina generale sulla cooperazione internazionale per lo sviluppo (altro…)

 

La testimonianza di un artigiano a conclusione di un viaggio di lavoro nel Nord Ovest dell’Argentina, in visita al nostro progetto “Turismo sostenibile e solidale”. Il progetto è realizzato con il contributo dell’Economia di Comunione.

Siamo in una bella sala dell’arcidiocesi di Salta, in Argentina, verso la fine di agosto. Sono presenti Francesco Tortorella dell’AMU, membri della Fondazione Alfarcito, di Sumà Fraternidad, rappresentanti del Ministero della Cultura e del Turismo e di quello delle Attività Produttive, di alcune università e di altre istituzioni pubbliche e private. Tutti coinvolti, in vario modo, nel progetto di sviluppo del turismo rurale che si sta realizzando in 5 comunità del Nord Ovest argentino.

«Leggo che il primo obiettivo dell’Economia di Comunione è la lotta contro la miseria – testimonia Primitivo Yapura, artigiano che partecipa al progetto. “Miseria”, che parola per noi che viviamo nei “cerros”! (altro…)

 

Prime ipotesi di intervento a favore della popolazione del Centro Italia colpita dal terremoto

A quasi due mesi di distanza dal terremoto che ha colpito il centro Italia, siamo andati ad Amatrice, Accumoli e Pescara del Tronto per incontrare referenti di associazioni locali, operatori tecnici, rappresentanti delle istituzioni e gente del posto, per capire insieme come intervenire in loro aiuto e rispondere alle donazioni che da ogni parte del mondo ci arrivano per questa emergenza.

Oltre alla ricostruzione delle case di cui già si stanno occupando le istituzioni, ci sono altre necessità per le quali gli abitanti di questi Comuni chiedono un sostegno: il bisogno di riaggregarsi, di ritrovare il senso della condivisione e rimanere uniti nel territorio che di generazione in generazione ha costruito la loro storia. (altro…)

 

Oggi ricorre la Giornata Internazionale delle donne rurali: una giornata che vogliamo celebrare per rendere omaggio alle molte donne che abbiamo avuto il privilegio di incontrare, nei contesti rurali in cui abbiamo operato nel corso della nostra storia.

Donne rurali sono anche le protagoniste di uno dei nostri progetti più importanti, in una zona agricola molto povera e inquinata del Nord Est del Brasile: un progetto che ha visto lo sviluppo di piccole aziende agricole familiari dedite alle pratiche biologiche.

Attrici trainanti di tutto il processo sono state le donne dell’insediamento Zumbí dos Palmares. Superando tante difficoltà, si sono riunite nell’associazione APROAGRO e sono riuscite ad avviare un’attività in grado di far uscire le famiglie dalla trappola della povertà. Hanno coinvolto a tutti i livelli gli altri membri della comunità e diffuso una cultura nuova, orientata sia al rispetto dell’altro che al rispetto della natura, attraverso l’uso del biologico. «La terra è la mamma terra, afferma la presidente dell’associazione. Senza di lei nessuno di noi vive. È la terra che ci dona l’alimento per vivere. Viviamo dei nostri prodotti ecologici. E cerchiamo di fare in modo che l’agro-ecologia vada avanti e che possiamo avere più rispetto per la natura, per quello che Dio ci ha dato.

 

Idee e percorsi per uscire dalla povertà

Non possiamo, noi da soli, risolvere il problema della povertà nel mondo; proprio per questo cerchiamo di fare in modo che ogni nostro progetto sia, nel suo contesto, una sorta di esperienza pilota, che possa indicare nuove strade a cittadini e istituzioni.

L’inserto AMU allegato alla rivista Città Nuova di settembre mostra una carrellata di progetti che si stanno realizzando in situazioni e ambienti molto diversi, dal Brasile all’Argentina, dall’Egitto al Burundi. Ognuno di essi ha una sua modalità specifica per favorire lo sviluppo delle comunità coinvolte ma tutti sono accomunati dalla strategia di fondo, che è quella di creare legami di fraternità, condizione imprescindibile e sostanziale per una “riuscita” sostenibile nel tempo.

Chi non avesse ricevuto il nostro inserto può scaricarlo a questo link, mentre in questa pagina c’è la possibilità di consultare l’archivio e di richiedere i prossimi numeri.

Buona lettura!