Ricerca un progetto per area geografica

 











Eventi
 

Il 21 Aprile, nella giornata di apertura del Villaggio per la Terra nella splendida cornice del Galoppatoio di Villa Borghese a Roma, sono stati premiati i vincitori della V edizione del concorso “Basta Conoscersi!”.

Anche quest’anno gli elaborati (video e narrativa) vincitori hanno sottolineato l’aspetto pratico e quotidiano della solidarietà e della condivisione con l’altro. Il tema “Io, tu… (ci) comprendiAMO” ha portato alla luce la voglia dei ragazzi di superare la diffidenza verso il nuovo, verso l’altro. Emerge, anzi, la naturalezza nel costruire ponti, punti di contatto, momenti di scambio tra tutti coetanei.

Tutti i ragazzi intervenuti hanno proposto le loro idee e visioni dell’intercultura e del rispetto verso l’altro, i vincitori ci hanno emozionato con immagini, disegni, parole che hanno colto in pieno lo spirito del concorso e le sue finalità.

Quelle che, realmente, poi portiamo a casa e viviamo nella nostra vita.

i-colori-della-pace- basta-conoscersiIl giorno della premiazione è stata soprattutto una festa, di colori e musica, per tutta la mattinata i ragazzi si sono alternati tra la creazione del murale “I colori della Pace” insieme a Elhamy Naguib e Mary Maluf, della Fondazione Koza Kazah del Cairo, hanno “ricaricato” la loro energia con l’EduYoga di Federico Insabato, e si sono scatenati, oltre che immersi in culture diverse dalle loro, con le danze indiane con Ambili Abraham e quelle africane con l’Associazione Africa Djembe.

 

“E allora, per quello che possiamo e nel nostro quotidiano, gridiamo forte BASTA!

Basta alla disuguaglianza, basta all’intolleranza, basta ai pregiudizi, basta non credere alle razze e basta alle oppressioni perché, in fondo e in sostanza, basta davvero solo conoscersi!”

(altro…)

 

Sta per arrivare l’edizione 2017 di Run4Unity – Corsa per l’Unità che segna la chiusura annuale del progetto Living Peace. La corsa si terrà il 7 maggio 2017 e sarà organizzata dal Movimento dei Ragazzi per l’Unità con l’obiettivo di creare una cultura di Pace.

Come ogni anno parteciperanno i giovani del Movimento, insieme a scuole e gruppi che fanno già parte di Living Peace, e non solo: siamo tutti invitati a esserci!

Il titolo di quest’anno sarà: Trasforma il tuo cuore – trasforma il mondo.
Infatti la Run4Unity è un’iniziativa che coinvolge tantissimi protagonisti in tutto il mondo.

Guarda il video dello spot

(altro…)

 

Il Movimento Umanità Nuova, con il contributo dell’AMU, organizza un campo di lavoro dal 13 al 20 luglio 2014 a Torpé (NU), allo scopo di ripristinare alcune abitazioni rese inagibili dall’alluvione di novembre e consentire il rientro dei proprietari.

Il 18 novembre 2013 un violento ciclone si è abbattuto sulla Sardegna, in particolare nella parte centrale e settentrionale dell’isola. Torpé, piccolo Comune della provincia di Nuoro, è stato uno dei luoghi più colpiti: case invase improvvisamente da acqua e fango, beni di una vita distrutti in un momento.

Su richiesta dell’Associazione locale Lab One, attraverso un bando pubblico, il Comune di Torpè ha comunicato all’intero paese la disponibilità alla risistemazione delle abitazioni ancora danneggiate ed inagibili. Hanno risposto 12 famiglie con le quali si sono presi i necessari contatti.

Successivamente, insieme ad alcuni professionisti e tecnici (sia del Comune che legati all’Associazione One Lab) si è provveduto ad una valutazione dei danni per poter meglio pianificare gli interventi necessari.

I lavori, sotto la guida di tecnici esperti, consisteranno essenzialmente in:
– lavaggio e sanificazione delle pareti danneggiate dall’alluvione;
– tinteggiatura;
– piccole riparazioni elettriche;
– attività di supporto al lavoro degli altri volontari come: pulizie, aiuto in cucina, ecc.
Nella serata di sabato 19 è in programma una festa con il paese. Chi vuole può portare strumenti musicali o altro!

Attualmente si sono prenotate più di 30 persone, ma c’è ancora posto per chi desidera dare una mano!
Per informazioni rivolgersi a:
– Arnaldo Scarpa (346 1275482),
– Cristiana Caredda (339 4538064)
o consultare la pagina facebook: https://www.facebook.com/events/
248180315376531/permalink/252425881618641/

7 luglio 2014

 

Il Convegno Internazionale “Relazionalità naturale e coscienza ambientale”

è promosso da EcoOne con la partecipazione di AMU, New Humanity, Università Sophia e Youth for a United World.

Castel Gandolfo (Roma) 4-6 aprile 2014

Leggi i particolari >>>

La natura si dispiega davanti ai nostri occhi come una rete di relazioni.
Dalle interazioni fondamentali tra particelle elementari alle collisioni galattiche, dagli organismi
viventi agli ecosistemi.

La persona vive in relazione con gli altri elementi naturali, fisici, chimici e biologici.
Alcuni sostengono che il rapporto persona-natura ha cessato di essere collaborativo
ed è divenuto conflittuale: la persona usa scienza e tecnologia per trasformare la natura
fino a esaurirne le risorse e a romperne gli equilibri.

Questo fenomeno è stato chiamato “crisi ecologica” e pone con sempre maggiore urgenza
la domanda: come rispettare la natura e, allo stesso tempo, valorizzare la creatività umana?
Il convegno desidera avviare un dialogo aperto e transdisciplinare su questo problema.

Visualizza il programma >>>

Informazioni sul sito di EcoOne a questa pagina >>>

 

Fraternità in atto

Dal 21 al 24 ottobre 2013 si riuniscono per la prima volta le organizzazioni sociali del Brasile e di altri Paesi dell’America Latina, ispirate al carisma del Movimento dei Focolari.

In questo momento in cui la crisi globale impone la ricerca di nuove vie per uno sviluppo umano integrale, si riuniscono per la prima volta i responsabili dei progetti sociali nati in Brasile e in altri Paesi dell’America Latina, ispirati al carisma del Movimento dei Focolari. L’evento sarà ospitato in Brasile, presso il Centro nazionale dei Focolari (Vargem Grande Paulista – SP), dal 21 al 24 ottobre. Riunirà 25 organizzazioni sociali brasiliane e 10 provenienti da Argentina, Bolivia, Brasile, Cile, Colombia, Cuba, El Salvador, Ecuador, Guatemala, Messico, Paraguay e Uruguay.

“L’obiettivo – come ha dichiarato uno dei promotori dell’iniziativa, Gilvan David de Sousa – è identificare quali sono i principali elementi dell’apporto del carisma dell’unità alla trasformazione sociale, per offrire risposte alle grandi domande del nostro continente”. Sousa ha aggiunto che l’incontro dovrebbe segnare “una nuova tappa nel processo in corso verso la creazione di una rete tra le diverse organizzazioni, tesa a favorire un arricchimento reciproco con scambio di idee, esperienze, condivisione di difficoltà, e a produrre un maggiore impatto sociale”.

Filo conduttore il tema “Fraternità in atto: fondamento della coesione sociale nel XXI secolo”, in sintonia con il tema scelto da papa Francesco per la Giornata Mondiale della Pace 2014: “Fraternità, fondamento e via per la pace”.

Il tema della fraternità sarà approfondito con scambio di esperienze e relazioni, nei lavori di gruppo e in quattro plenarie che tratteranno: “La questione sociale alla luce della Dottrina sociale della Chiesa; “Il carisma dell’unità e la questione sociale in America Latina e Caraibi”; “Il carisma dell’unità e la sua attuazione nelle organizzazioni in America Latina e Caraibi”; “Come i progetti sociali ispirati dal carisma dell’unità possono camminare insieme nel continente latino americano”.

Tra i relatori: padre Vilson Groh, fondatore di sette organizzazioni a favore della inclusione educativa, a cui è stato assegnato di recente il premio parlamentare Darcy Ribeiro per l’educazione; la sociologa brasiliana Vera Araújo, co-responsabile a livello internazionale del dialogo con la cultura del Movimento dei Focolari; Susana Nuin, membro della Commissione delle Comunicazioni Sociali del CELAM e consultrice al dicastero vaticano per la comunicazione sociale.