Progetti AMU – EdC

L’Economia di Comunione (EdC) unisce imprese, cittadini, associazioni e gruppi che vogliono rendere l’economia luogo di fraternità e di comunione, e che  orientano perciò il proprio agire economico alla costruzione di rapporti umani più fraterni, di strutture lavorative più giuste e di processi produttivi più ecocompatibili.

Le imprese che aderiscono all’EdC condividono i propri utili annuali per tre obiettivi: progetti di sviluppo e assistenza a favore di persone in necessità, percorsi di formazione alla cultura del dono, consolidamento e crescita dell’impresa.

L’AMU interviene sul primo di questi obiettivi, gestendo gli utili messi in comune dalle imprese per realizzare progetti di sviluppo e assistenza che restituiscano lavoro e dignità a persone in situazioni di necessità.

Puntiamo in particolare a sviluppare progetti per l’avvio e il consolidamento di attività produttive che creino nuova occupazione. In secondo luogo finanziamo borse di studio per la scolarizzazione di base, la formazione universitaria e professionale dei giovani. Infine, in alcuni casi, sosteniamo interventi di assistenza per far fronte a necessità urgenti in ambito alimentare, sanitario e abitativo.
L’esperienza maturata sul campo e i valori alla base del nostro lavoro hanno consentito di sviluppare in questi anni quello che definiamo “sviluppo di comunione”: una prospettiva di sviluppo fondata sulla capacità di ciascuno di donare qualcosa di sé e dei beni a propria disposizione, anche in condizioni di grave necessità. Per questo in ogni progetto prevediamo forme e strumenti specifici per attuare la reciprocità del dono.

Di seguito l’elenco delle azioni AMU-EdC attualmente in corso.

Per sapere di più sull’Economia di Comunione, visita il sito www.edc-online.org

PROGETTI 2017
Progetti e microazioni:
Borse di studio e aiuti alle famiglie:
  • BORSE DI STUDIO: 193 in Brasile, R.D.Congo, Cile, Croazia, Bosnia-Erzegovina, Serbia, Kosovo, Macedonia, Romania, Moldova
  • ASSISTENZA: 495 famiglie in Brasile, R.D.Congo, Libano, Siria, Italia, Romania, Bulgaria, Croazia, Bosnia-Erzegovina, Serbia, Macedonia