Lunedì 29 Aprile 2019
 
Cosa significa avere l’acqua potabile? – Burundi

In questi giorni Francesco Tortorella, responsabile dei progetti in AMU, è in missione in Burundi, a Rukanda dove è in corso il progetto “Acqua, fonte di vita e di sviluppo”.

Nei suoi racconti e nelle sue foto, le sensazioni e le speranze degli abitanti della collina dove per la prima volta sta arrivando l’acqua potabile, che qui si chiama “amazi meza”.

A Rukanda, Francesco ha incontrato alcune delle 1300 famiglie che adesso possono accedere all’acqua potabile. “Avere l’acqua potabile è un miracolo. Non ho parole per dirvi quanto è importante. Adesso beviamo acqua pulita, cuciniamo e laviamo il cibo con acqua pulita, i bambini si lavano con acqua pulita e le malattie stanno già diminuendo. Siamo fieri di avere l’acqua potabile e di poter ricevere le vostre visite. Grazie infinite per la vostra collaborazione!”

Una donna ci ha raccontato che: “da quando sono piccola non ricordo che qualcuno si sia mai interessato al nostro bisogno di avere acqua potabile; e invece adesso si, e anch’io ho voluto fare tutta la mia parte scavando le trincee per far passare le tubazioni dell’acquedotto.”

E il capo villaggio ci ha spiegato che in poche settimane i bambini “si sono già affezionati all’acqua potabile, al punto che quando non la vedono uscire dalle fontane (per i lavori ancora in corso) si mettono a piangere!”

Ma sviluppo, per queste terre e per queste popolazioni non è solo “acqua potabile”.

Insieme alla costruzione dei 23 km di acquedotto, infatti, stiamo avviando gruppi di microcredito comunitario, per migliorare le condizioni economiche delle famiglie. Noi offriamo formazione e accompagnamento tecnico, mentre il capitale viene dagli stessi partecipanti, che ogni settimana si impegnano a risparmiare e contribuire con circa 1 euro. A turno, poi, ognuno chiede un prestito da investire nella propria attività: commercio di frutta e verdura, coltivazione, ecc.

In questi giorni, quattro donne hanno testimoniato la straordinaria efficacia di questa esperienza: “Io ho ricevuto un prestito di 10.000 franchi (circa 3 euro), li ho investiti per comprare e vendere al mercato e in due mesi il mio capitale è già di 40.000 franchi (circa 13 euro)”. “Io – dice un’altra – ho già guadagnato il doppio di quello che ho ricevuto in prestito migliorando le mie coltivazioni”, e così gli altri racconti.

Grazie al vostro sostegno, oggi, il sogno dell’acqua potabile, a Rukanda, si sta realizzando.

Per aiutare il progetto puoi fare una donazione da qui, oppure donare il tuo 5XMILLE ad AMU. Grazie ai fondi ricevuto, nel 2018 abbiamo sostenuto la costruzione dell’acquedotto del progetto “Acqua, fonte di vita e sviluppo” – scopri come

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non è mai condiviso. I campi richiesti sono marcati *

*
*