Lunedì 15 Gennaio 2018
 
Perù, una scuola di qualità (in tutti i sensi)

Le ultime notizie dalle Ande raccontano di una scuola oramai avviata, di ultimi interventi migliorativi e della comunità di Bolivàr nella quale oggi oltre  250 tra bambini e ragazzi  possono accedere a un’istruzione di qualità e a uno stile di vita e un’alimentazione più sana e completa.

La costruzione del Centro educativo parrocchiale è ormai compiuta, compresi gli ultimi piccoli interventi di miglioramento o manutenzione come la costruzione del marciapiede esterno, fino alla pavimentazione e copertura di una parte del patio principale. In questa fase è stata posta particolare attenzione all’efficienza nell’utilizzo dei fondi per la costruzione dell’infrastruttura e, a fine lavori, l’opera risulta aver avuto un costo inferiore di circa 2,5 volte rispetto a simili strutture pubbliche nella provincia.

Il terzo anno del progetto si è caratterizzato per il supporto nutrizionale e didattico agli alunni e per la formazione degli insegnanti. Per consentire a un numero maggiore di famiglie di mandare i figli a scuola si è provveduto alla consegna di oltre 100 “pacchi studenti” con quaderni, penne, colori, uniformi e materiale didattico, e con la preparazione di oltre 100 pasti al giorno, grazie alla fondamentale collaborazione dei genitori.

Soprattutto quest’anno, inoltre, si è sviluppata l’attività di formazione per gli insegnanti. L’obiettivo del progetto era quello di dare accesso ad un’istruzione di qualità ai bambini e alle bambine delle zone più isolate della provincia di Bolívar.

I test di valutazione del ministero dell’istruzione peruviano hanno classificato la nostra scuola ai primissimi posti fra le scuole di tutta la regione, con una qualità dell’apprendimento di circa 3 volte superiore alla media nazionale.

Il progetto di “Una scuola sulle Ande” ha portato una scuola di qualità, sia per quanto riguarda la costruzione dell’edificio e dei lavori di manutenzione, sia per il tipo di formazione degli insegnanti e della qualità della vita dei ragazzi e delle ragazze che la frequentano. Oggi  non è più necessaria la presenza di AMU e il centro può proseguire sulle sue gambe.

Tutto questo è stato possibile grazie al vostro interesse e al vostro sostegno, per questo vi invitiamo a seguirci e a continuare a contribuire ai progetti per il supporto all’educazione e alla crescita di giovani in condizioni di difficoltà.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non è mai condiviso. I campi richiesti sono marcati *

*
*