Progetti di sviluppo

 





Martedì 18 Aprile 2017
 
Fare Sistema oltre l’Accoglienza: la storia di Abdoulaye

Si è conclusa la prima fase del progetto Fare Sistema oltre l’Accoglienza, destinata alla formazione professionale, ed è iniziato per i ragazzi un periodo di inserimento e accompagnamento lavorativo. Alcuni di loro sono già ben avviati, come Abdoulaye, di cui raccontiamo qui la storia.

Originario della Costa d’Avorio, Abdoulaye lascia il suo paese ancora minorenne. Ad accoglierlo in Italia è il comune di Vittoria, un piccolo paese nella provincia di Ragusa, nel cuore della Sicilia Orientale: territorio che ha conosciuto l’emigrazione e il valore dell’ospitalità.

Qui il giovane ha trovato un luogo da chiamare casa e una comunità cui sente di appartenere. Oggi, a distanza di due anni, ha superato la maggiore età, ha imparato l’italiano, ha studiato, ha ottenuto la licenza di scuola media e ha trovato il lavoro che da sempre desiderava. Abdoulaye è, infatti, tra i giovani inseriti nel progetto Fare Sistema oltre l’Accoglienza che promuove percorsi di formazione e inserimento lavorativo in un’ottica d’incontro e collaborazione tra i diversi soggetti del territorio.

Sin da piccolo ha voluto fare il panettiere e, quando il titolare del panificio Tinghino a Vittoria (Ragusa) ha accettato di ospitarlo e formarlo nel suo laboratorio, non ha esitato un attimo. Durante tutto il periodo di tirocinio si è dimostrato sempre volonteroso e professionale, prestando il suo aiuto anche quando non gli era espressamente richiesto. “Un ragazzo eccezionale” così lo descrivono i suoi colleghi all’interno del panificio. Passione, competenza e impegno gli hanno permesso di conquistare la fiducia e la stima del suo datore di lavoro che ha deciso di assumerlo. Finalmente Abdoulaye può guardare al futuro con speranza e sognare una vita normale, come lui stesso esprime: “Non posso smettere di ringraziare l’Italia per l’accoglienza e con il cuore dire ai miei fratelli migranti, che sono come me, di cercare un lavoro e rispettare le regole del paese che è l’Italia”.

Per altri ragazzi si cercano possibilità di inserimento lavorativo in tutto il territorio nazionale, contando di arricchire sempre più la rete delle aziende disponibili a offrire a questi giovani opportunità di apprendimento professionale e inserimento, anche grazie all’importante partnership con Economia di Comunione e AIPEC.

(Flavia Cultrera, AMU Notizie n. 1/2017)

La storia di Abdoulaye è raccontata anche in questo video.

Tutte le informazioni per partecipare al progetto nella pagina www.faresistemaoltrelaccoglienza.it

Tags: ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non è mai condiviso. I campi richiesti sono marcati *

*
*