Mercoledì 12 Aprile 2017
 
Progetto RImPRESA: una questione di fiducia

Nel mese di marzo il Progetto RImPRESA ha incontrato nuove aziende nei territori di Amatrice, Accumoli e Arquata del Tronto ed ha aperto un nuovo fronte di lavoro nel territorio abruzzese, nelle province di Teramo e L’Aquila.

Mancano strutture dove ricoverare il bestiame e conservare i mangimi, e mancano attrezzature (distrutte durante il sisma): sono queste le principali necessità dei piccoli imprenditori incontrati negli ultimi mesi dagli operatori di RImPRESA, allo scopo di valutarne l’inserimento nel progetto.
Oltre ad agricoltori, allevatori e apicoltori, si sono prese in considerazione anche le richieste di alcuni artigiani e commercianti. In questi casi le necessità sono più complesse, soprattutto dove le attività sono state delocalizzate: mancano le attrezzature e occorre recuperare la clientela.
Mentre si procede ad esaminare le nuove proposte, e aumentano le segnalazioni di aziende in difficoltà, grazie alla fiducia che si è diffusa sul territorio nei confronti del progetto, per gli imprenditori già inseriti in RImPRESA (24) si sono concretizzati i primi aiuti e le prime consegne di attrezzature e materiale.

Un passo rilevante è stato l’accordo con la Confederazione Italiana degli Agricoltori della provincia L’Aquila-Teramo (CIA) per la selezione delle aziende colpite in Abruzzo, mentre è stato rinnovato l’accordo con la Protezione Civile per la zona di Amatrice e Accumoli.

Da segnalare infine la collaborazione con la Fondazione Casillo, che ha reso possibile offrire una consulenza al primo gruppo di imprenditori sostenuti dal progetto, ad Arquata del Tronto, e la conseguente costituzione di una associazione di imprenditori agricoli (Associazione Temporanea di Scopo “A437”), che condivideranno l’utilizzo di alcuni beni strumentali donati dal progetto stesso, a cominciare da un furgone per il trasporto dei prodotti ed una macchina scava-raccoglipatate che verranno consegnati a fine mese.

Tags:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non è mai condiviso. I campi richiesti sono marcati *

*
*