Venerdì 11 Novembre 2016
 
LA PACE AVRÀ L’ULTIMA PAROLA!

La situazione in Siria raccontata da Pascal Bedros

Nonostante 5 anni di guerra ininterrotta si continua a credere che la pace è possibile.

Ci siamo salvati ancora una volta“. Queste parole mi sono giunte da Bassam e Maral, responsabili della scuola dei bambini sordomuti ad Aleppo. Gli scontri fra il governo e gli islamisti si sono intensificati e quasi tutti i quartieri sono stati bombardati. Una bomba è caduta di fronte alla scuola, ma fortunatamente non c’erano lezioni in quel momento. Tuttavia persone vicine alla scuola sono state colpite, come il cugino di una insegnante che è stato ferito alle gambe. Sono queste le notizie che ci arrivano quotidianamente, insieme alle testimonianze di tanti che vogliono rimanere accanto a chi soffre.

Grazie agli aiuti che arrivano riusciamo a rispondere a tanti bisogni. Come a Kafarbo, vicino ad Hama, dove con Padre Samir e un gruppo di volontari fra l’altro stiamo accompagnando 20 malati di cancro che non avrebbero accesso alle cure. Anche a Damasco si continuano a sostenere le famiglie sfollate cercando di portare, oltre all’aiuto materiale, il calore dell’amore di fratelli magari sconosciuti. Un amore che fa crescere in tutti la speranza che la pace è possibile ed è una realtà che va avanti nel silenzio ed un giorno avrà l’ultima parola.

(anticipato da AMU Notizie n. 2/2016)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non è mai condiviso. I campi richiesti sono marcati *

*
*