Giovedì 19 Maggio 2016
 
ONCITY: FONTE DI ISPIRAZIONI E DI CAMBIAMENTO

Sono in preparazione gli Atti del Convegno “OnCity – Reti di luce per abitare il pianeta”, svoltosi a Castel Gandolfo (Roma) dal 1 al 3 aprile 2016: un lavoro laborioso perché gli interventi sono stati più di 40 e occorre sistemarli e organizzarli come si conviene, prima di condividerli.
Speriamo che l’attesa sia breve e, per chi vuole ripercorrere almeno visivamente l’esperienza del convegno, la galleria fotografica è a disposizione a questo indirizzo:
https://www.flickr.com/photos/142054970@N03/albums/with/72157665151273713

Dal sito www.cittanuova.it riprendiamo qualche stralcio di un articolo sulla nostra partecipazione al Convegno.

Azione per un mondo unito: Una buona notizia da 30 anni

Nata nel 1986, la Ong del Movimento dei Focolari è presente in diversi Paesi dell’America Latina, Africa, Asia e Oceania. In un recente convegno internazionale (OnCity) ha potuto condividere e rilanciare le ragioni profonde di un agire nato a partire dalla città, dalle periferie dell’esistenza per costruire reti di fraternità.

Sono 30 gli anni che l’AMU – Azione per un Mondo Unito, Ong di sviluppo del Movimento dei Focolari, compie nel 2016. Il convegno di inizio aprile di OnCity si è rivelato il momento giusto per festeggiare e condividere la gioia con quanti la sostengono, ma anche ricordare insieme chi non c’è più, progettare il futuro con gli occhi dei giovani che sanno sognare e vedono lontano. Così a Castel Gandolfo si è lavorato insieme al Movimento Giovani per un Mondo Unito e al Movimento Umanità Nuova sul tema portante della città. (…)

L’impegno dell’AMU per i poveri, dall’inizio della sua storia, ha molto a che fare con le città, in ogni parte del mondo dove non mancano anche fra le macerie “reti di luci”. Si va nelle periferie dell’esistenza ad ascoltare “la voce più sottile” per creare fraternità: legami di qualità che ci stringono gli uni agli altri con nodi sicuri che reciprocamente ci salvano. La città, intesa come metafora di ogni convivenza umana, è simbolo di un luogo che può abbondare di reti ma dove anche la povertà può essere più copiosa, cruda, inesorabile. Mentre le reti che vogliamo costruire sono “reti di luci per abitare il pianeta”.

Quello che non ci si aspettava dal convegno era di incontrare e ritrovare tante persone impegnate in progetti sociali di grande spessore e tanti tantissimi giovani: scanzonati e impegnati al tempo stesso, un bel dono e un contributo di speranza, molto più di qualche candelina su una torta di compleanno.

Leggi l’articolo integrale sul sito di Città Nuova >>>

2 Commenti

  1. Gabriella Veronese
    Posted 31/5/2016 at 09:03 | Permalink

    Ciao, ho avuto l’opportunità di partecipare al convegno di ONCITY ed è stata un’esperienza rigenerante in cui mi sono davvero sentita parte di una “Rete di Luce” che avvolge il Pianeta. La difficoltà è stata poi “scendere sulla Terra”e cercare di trasmettere quanto sperimentato nell’ambiente di lavoro dove comprendo di dover essere estremamente prudente. Attendo di poter condividere con voi gli Atti del Convegno, per cui ringrazio anticipatamente.

  2. Marta Minghetti
    Posted 31/5/2016 at 09:28 | Permalink

    Grazie infinite Gabriella, andiamo avanti insieme!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non è mai condiviso. I campi richiesti sono marcati *

*
*