Martedì 13 Gennaio 2015
 
LIVING PEACE: LE PROSSIME TAPPE


Il 15 febbraio scade il termine per la presentazione dei contributi, il 21 febbraio è la scadenza per invitare Malala Yousafzai – Premio Nobel per la Pace – a partecipare all’evento, mentre entro il 15 marzo devono essere presentate le candidature per i “Piccoli Ambasciatori di Pace”. Confermate per il 4-5-6 maggio le manifestazioni conclusive al Cairo.

Living Peace è un progetto internazionale di Educazione alla Pace, promosso da El Rowad American College del Cairo (Egitto) in collaborazione con la ONG internazionale New Humanity e con diverse associazioni partners, fra cui l’AMU.
Si basa su principi pedagogici semplici ma coinvolgenti, fondati sulla coerenza fra teoria e pratica, principi e azioni, valori ed esperienze. Il tema specifico per l’anno scolastico 2014-2015 è Let’s Bridge – Costruiamo Ponti, e il suo scopo primario è quello di far crescere il più possibile l’impegno a vivere per la pace, nei diversi ambienti di apprendimento e di vita, rinnovando rapporti, rafforzando collaborazioni, cooperando alla costruzione di una rete di pace diffusa in tutto il mondo.
Lo scorso anno il progetto aveva coinvolto 50.000 persone – in prevalenza bambini e ragazzi – di 103 Paesi: una diffusione imprevista che aveva sorpreso gli stessi organizzatori. Ma quest’anno il progetto si arricchisce ulteriormente. Carlos Palma, che ne è il coordinatore, descrive alcuni dei nuovi sviluppi:

«Living Peace si sta diffondendo in tutto il mondo!

Papa Francesco ha promosso quest’anno un progetto mondiale di educazione alla pace (Scholas) per le scuole. Sono rimasto profondamente sorpreso dall’enorme similitudine con il nostro … ho scritto una lettera personale al Papa raccontandogli della nostra iniziativa Living Peace.
Per farla breve, dopo pochi giorni sono iniziati dei contatti con i responsabili di Scholas e c’è la possibilità concreta di fare in futuro un “gemellaggio” tra i due progetti.

L’ambasciatore del Pakistan in Egitto ha proposto di invitare Malala (Premio Nobel per la Pace 2015) in occasione del Forum Mondiale per la Pace con cui a maggio si concluderà al Cairo il Progetto 2014-2015. L’ambasciatore porta avanti la causa affinché questo desiderio si possa realizzare. Abbiamo saputo che Malala è interessata al Forum e ha chiesto più informazioni al riguardo. Tutte le scuole sono invitate a scriverle una lettera. Con le nostre lettere e messaggi personali e di gruppo, vogliamo incoraggiarla a venire, facendole sapere quanto sarà importante per tutti gli studenti presenti  al Forum la sua testimonianza per quanto riguarda l’educazione alla pace delle nuove generazioni.

Un’altra splendida notizia:
Il Circolo Universale degli Ambasciatori di Pace (Francia-Svizzera), concederà  il titolo di “Piccoli Ambasciatori di  Pace” a quei bambini/e e ragazzi/e  tra i 6 e i 17 anni, partecipanti al progetto Living Peace, che nel corso dell’ultimo anno scolastico, 2014-15, hanno fatto delle azioni speciali a favore della pace. Pertanto, TUTTE le scuole, i gruppi e le associazioni che partecipano al progetto Living Peace sono invitati a candidare quei bambini/e e ragazzi/e in questa fascia di età, che riterranno idonei, presentando il loro  profilo da inviare entro il 15 marzo 2015.»

Ricordiamo infine che le scuole e i gruppi che partecipano al progetto hanno tempo fino al 15 febbraio per mandare il loro contributo secondo le modalità previste.

Istruzioni e modalità per invitare Malala  >>>

Istruzioni e modalità per candidare bambini e ragazzi come “Piccoli Ambasciatori di Pace” >>>

Tags: ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non è mai condiviso. I campi richiesti sono marcati *

*
*